Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.finestrasulsalento.com/htdocs/config/ecran_securite.php on line 283
Natale a Gallipoli e nel Salento, dolci della tradizione locale - blog finestrasulsalento

INVIAMI UNA EMAIL

monolocale


trilocale


mono e trilo


CONTATTI

Ecco tutti i modi in cui mi puoi contattare

TELEFONO: 0039 329/6905266


EMAIL: marco19to@hotmail.com o
             marco19to@gmail.com

My status

chiamami o mandami un messaggio con skype quando sono in linea

contattami tramite i social network vicino al menù

ADS

ADS

FACEBOOK

VIDEO

TWITTER

Natale a Gallipoli e nel Salento, dolci della tradizione locale

Pubblicato il: 2012-12-18 12:06:51

Categoria:  News Gallipoli e Salento - Tradizioni Gallipoli e Salento

I nomi sono difficili sa pronunciare per chiunque non sia nato in Puglia, ma se vi capitasse di assaggiarli non ve li scorderete più.

Se passate attraverso le terre salentine nel periodo natalizio non potrete proprio fare a meno di mangiarli, perché ogni famiglia che rispetti le tradizioni vi offrirà Purciddhruzzi e Chinuliddhre, i dolci tipici del Natale in Salento.

Assaggiateli tutti perchè ogni famiglia ha la sua ricetta perfezionata negli anni che li rende unici.

Le loro radici affondano nel passato, probabilmente ai tempi della Magna Grecia, ma sono ancora oggi molto diffusi e continuano a essere preparati seguendo le antiche tradizioni popolari.

I Purciddhruzzi, detti anche Strufoli, devono il loro nome al fatto che la loro forma ricorda vagamente quella di un ‘porcellino’ e sono piccole palline di pasta croccante (o anche a forma di anello), decorate con cannella, chiodi di garofano e pezzetti di zucchero colorati, chiamati asinini.


Le Chinuliddhre, invece, hanno la forma di un calzoncini con la stessa pasta dei Purciddhruzzi e possono essere riempiti in due modi differenti :

  • con la marmellata, di solito di pera, di cotogna o di uva Negroamaro.
  • con un impasto di ricotta, pezzetti di cioccolato, cannella, bucce d’arancio tritate e miele


Sia le Chinuliddhre sia Purciddhruzzi vengono fritti e poi passati nel miele.

Gli ingredienti sono quelli poveri della tradizione gastronomica pugliese, contadina e popolare, ma il risultato è un sapore antico e dolce che non si dimentica facilmente.